Accesso utente

Registrati

CP.04 - Carta della sensibilità paesistica

In conformità a quanto disposto dall'articolo 10 della Legge Regionale 11 marzo 2005, n. 12 il Piano delle Regole assolve i seguenti compiti:

  • definisce, all’interno dell’intero territorio comunale, gli ambiti del tessuto urbano consolidato, quali insieme delle parti di territorio su cui è già avvenuta l’edificazione o la trasformazione dei suoli, comprendendo in essi le aree libere intercluse o di completamento
  • individua le aree e gli edifici a rischio di compromissione o degrado
  • contiene, in ordine alla componente geologica, idrogeologica e sismica, il recepimento e la verifica di coerenza con gli indirizzi e le prescrizioni del Piano territoriale di coordinamento provinciale, nonché l'individuazione delle aree a pericolosità e vulnerabilità geologica, idrogeologica e sismica, nonchè le norme e le prescrizioni a cui le medesime aree sono assoggettate
  • individua le aree destinate all’agricoltura, le aree di valore paesaggistico-ambientale ed ecologico, le aree non soggette a trasformazione urbanistica

Sulla base dello studio delle componenti paesaggistiche, dell’individuazione delle zone di tutela e delle criticità idrogeologiche, lo studio paesaggistico suddivide il territorio in diverse classi: sensibilità molto alta, alta, media, bassa e molto bassa. Tale classificazione è finalizzata all’ottimale inserimento di quei progetti di trasformazione che saranno oggetto di autorizzazione paesaggistica, e di cui sarà valutata l'incidenza sull'ambiente circostante.

Il Piano delle Regole contiene i seguenti elaborati:

  • elaborati descrittivi: tavola CP03: Carta del Paesaggio – tavola CP04: Carta della Sensibilità Paesistica
  • elaborati prescrittivi: tavola PR 01: Ambiti del Tessuto Urbano Consolidato - tavola VE 01: Vincoli Sovraordinati
  • relazione e Norme Tecniche di Attuazione